Cerca foto nel PhotoBlog

Vesuvio - Sentiero 2

Scheda Fotografie

Luogo: Monte Somma
Data:
Formato: 800 x 600
DPI: 300
Compressione: JPEG Progressive
Qualità 70 - subsampling OFF
Foto della gallery: 28

Foto scaricabili. Condividi con chi vuoi

Le fotografie sono scaricabili. Condividile sui social network con chi vuoi.
Clicca sul testo descrittivo della foto.
Oppure tasto destro del mouse sulla foto e "Salva immagine con nome".
Se usi le foto, citazione della pagina web di provenienza apprezzata.
Foto disponibili nel formato originale a richiesta.
ContattiTermini e condizioni d'uso.

 
    Home
  1. Montagna
  2. Lungo i Cognoli del Parco Nazionale del Vesuvio

Lungo i Cognoli del Parco Nazionale del Vesuvio

Una distesa gialla accoglie l'escursionista sul punto più alto del sentiero, dove si ammira la Penisola Sorrentina.

Salire sui Cognoli di Ottaviano e di Levante, osservare da quassù cosa la natura è stata capace di generare non si può descrivere bene a parole.

Per capire cosa è stato l'antico vulcano partenopeo per gli abitanti di migliaia di anni fa, bisogna salire per il sentiero 2 del Parco Nazionale del Vesuvio e stare a contatto con la caldera del Monte Somma. Vedere la caldera dall'alto in tutta la sua maestosità, ammirare i dicchi che spuntano qua e là. Ammirare le colate laviche verso Ercolano, il Colle Umberto che nasconde l'Osservatorio Vesuviano poco più sotto.

Dalla cresta del sentiero 2, quindi dai Cognoli di Ottaviano, si ammira la Punta del Nasone: la vetta del Monte Somma. Camminando sulla cresta si fa esperienza di un paesaggio davvero selvaggio. Questa parte del sentiero, intorno ai 1100 - 1000 metri sopra il livello del mare, non è semplice da percorrere. Bisogna prestare molta attenzione e non distrarsi per evitare di scivolare.

Il panorama da quassù

Rivolgendo lo sguardo verso Punta Nasone, si vede una porzione del Golfo di Napoli e lo sguardo raggiunge il Monte di Procida. Dalla parte opposta si vede benissimo Castellammare di Stabia (vedi il Vesuvio da Castellammare) e la Penisola Sorrentina con i suoi Monti Lattari.

Nei mesi primaverili il bosco è una distesa di giallo. Anche il Vesuvio prende il caratteristico colore della ginestra. La natura vesuviana è un vero spettacolo, nascosto ai molti che non la conoscono.

Maggiori informazioni riguardo il Parco Nazionale del Vesuvio, la fauna e la flora e i sentieri: www.vesuviopark.it.